ART IN LIGHT

La luce diventa un'opera d'arte.
Il Lighting designer lavora con la luce, costruisce nuova materia dove materia non c'è. Scopre, accende, rivela. A volte il Lighting Designer riesce a regalare anima alle sue creazioni, fa respirare la sua opera e la fa rivivere dentro la poesia della luce. Il Lighting Designer diventa un artista.
Questa è la vita di Stefano dall'Osso. Animare sculture di luce, plasmare l'aria e donarle fisicità, trasformare vibrazioni in solide visioni emozionanti. Stefano Dall'Osso sfida le leggi della fisica, vive il contatto con la materia e la plasma con l'aiuto della luce, scoprendo forme, strutture, dettagli che spesso la vista nasconde, ma che rendono ogni opera unica e preziosa.

Le venature del marmo, la ruvidità della creta, la porosità di una tela o la lucentezza di una porcellana rappresentano le sfide di un artista della luce; le linee, gli spessori, le irregolarità esaltano l'essenza di ogni opera e ne lasciano emergere il carattere nascosto, in un gioco di sensibilità che coinvolge il Lighting Designer e il suo pubblico. La luce, trasformandosi in colore, diventa un elemento essenziale per rivivere ogni visione: si sostituisce alla tempera, oppure all'olio, e si adatta alla materia con pennellate decise o con tocchi sfocati e intermittenti.

Anche il supporto fisico diventa parte strutturale della scena dell'artista della luce: lo strumento illuminante perde il suo ruolo convenzionale ed entra nell'opera, trasformandosi in un elemento d'arredo o decorativo che lascia il suo pubblico nello stupore. S'impone, domina lo spazio, oppure si nasconde fra le pieghe della materia, svelandosi nell'intimo soltanto quando l'opera lo richiede. Il Lighting Designer diventa tutt'uno con il supporto fisico e si fa rappresentare da esso nelle sue emozioni, nella ricerca delle sensazioni più vere, alla scoperta del suo animo d'artista.

La luce perde così il suo ruolo convenzionale di semplice supporto della materia per trasformarsi in qualcosa di prodigioso, eccezionale: mescola i codici, sovverte le scale di valori, cambia fisionomia all'ambiente e si scopre significante e significato.
Diventa "meta-luce", strumento e opera d'arte allo stesso tempo, voce e anima di chi la fa risplendere e la plasma con la sua sensibilità. L'artista della luce fa tutto questo, lavora con la materia e le regala nuova vita, dona una dimensione inesplorata e risveglia le emozioni del suo pubblico.